ESCLUSIVA SB24 – Chiavacci (Tuttopisa.it): “Pisa rischia un po’ di più, il Trapani ha il morale alto”

Andrea Chiavacci: redattore Tuttopisa.it

La sfida tra Trapani-Pisa dista solo un giorno. Animi incandescenti sia da una parte che dall’altra. La voglia di uscire definitivamente dalla zona salvezza del Trapani, contro la speranza di uscire dalla crisi da parte del Pisa. Di questo scontro ne abbiamo parlato con il redattore del giornale Tuttopisa.it Andrea Chiavacci, che ci ha illustrato i punti deboli del Pisa e sulla possibilità di vedere una bella partita domani.

1) Il Pisa ha perso nel turno scorso in casa contro l’Avellino e si trova sempre penultima in classifica. Qual’e la causa di questa crisi di risultati e di punti?

“Sicuramente dopo il black-out finale nella partita di Vicenza è cambiato il campionato del Pisa….da quel momento la squadra ha conquistato appena 3 punti in 6 partite, fallendo completamente l’approccio nelle gare casalinghe”

2) Sabato scontro diretto contro il Trapani, come sta preparando la gara Gattuso?

“E’ semplice Gattuso sta cercando di lavorare sulla testa della squadra e ritrovare almeno quella grinta e cattiveria che per tre quarti di stagione aveva contraddistinto la squadra. Stamani la squadra è partita per Trapani”.

3) Chi mancherà sabato?

“Gattuso dovrà reinventare la difesa perché Lisuzzo è squalificato e oltre ai lungodegenti Landre e Crescenzi anche Golubovic, non è al meglio ma dovrebbe farcela. Si tenta di recuperare Tabanelli ma non sarà facile. In dubbio anche Lazzari”.

4) Che partita ti aspetti?

“Mi piacerebbe vedere un Pisa che rischia qualcosa in più e gioca a viso aperto fin dal primo minuto. Dobbiamo solo vincere e dobbiamo provare a fare una gara d’attacco fin da subito. Il Trapani ha perso a Ferrara ma ha giocato bene e ha il morale alto, anche se deve sempre stare attento perché in coda i giochi sono sempre aperti”.

5) Cosa ne pensi di questo girone di ritorno del Trapani, visto che nel girone di andata era in crisi?

“Con Calori il Trapani ha fatto ottime cose, ma anche all’andata non avevo visto una squadra in disarmo…forse c’era un po’ di nervosismo e l’era Cosmi ormai al capolinea. La squadra ha ottime individualità e non poteva restare tutta la stagione sul fondo della classifica. Coronado e Barillà sono due giocatori da tener d’occhio e anche Colombatto, visto per un breve periodo anche a Pisa, è un ottimo prospetto per il futuro”.