ESCLUSIVA SB24 – Brandonisio (Bari nel pallone.it): “Mi aspetto una partita difficile al Provinciale”

Domenico Brandonisio: redattore bari nel pallone.it

Partita difficile e impegnativa per il Trapani Calcio, che sabato pomeriggio affronterà allo Stadio Provinciale il Bari di Colantuono. La squadra granata vuole ambire a un posto importante per la salvezza, ma dall’altro c’è un Bari che viene da un ottima vittoria contro il Frosinone.

LE PAROLE DI BRANDONISIO

In vista di questa partita la nostra redazione ha contattato il giornalista di Bari nel Pallone Domenico Brandonisio. Tanti argomenti con lui, ma soprattutto l’argomento principale è la sfida di sabato pomeriggio.

 1) Vittoria importante nel turno scorso del Bari contro un Frosinone che ha perso la testa della classifica, che partita è stata secondo il tuo punto di vista?

“Per il Bari oserei dire la partita perfetta da un punto di vista tattico. Il Frosinone, malgrado la sconfitta, ha dimostrato di non essere stato primo per caso e soprattutto di vantare una certa solidità a centrocampo. Un reparto che è un vero punto di forza, bravo ad attaccare ed a rientrare. Sono quelle gare che puoi vincere se sbagli meno degli avversari e capitalizzi al massimo le occasioni create. Furlan e Daprelà hanno avuto il merito di sbloccare una gara equilibrata”.

2) Questo Bari alla luce dei risultati incrementati, dove può arrivare?

“Sicuramente può ambire ad un posto nei playoff e deve puntare a piazzarsi il più in alto possibile. Ad oggi il quarto posto è quello più accreditato, per poter sperare nel terzo o addirittura sognare la A diretta servono due condizioni indispensabili: i galletti devono proseguire con questa marcia in casa ed iniziare a vincere più spesso in trasferta, in alto almeno due tra Verona, Spal e Frosinone dovranno rallentare. È vietato fare passi falsi perché dietro scalpitano: l’undicesima ha soltanto 3 punti in meno”.

3) Sabato sfida importante contro il Trapani che si ritrova di nuovo ultimo in classifica, che partita sta preparando Colantuono e che partita prevedi?

“Mi aspetto una partita difficile. Aldilà della sconfitta di Terni e malgrado l’ultimo posto, il Trapani in questo girone di ritorno sta dimostrando di aver cambiato decisamente registro: valutassimo le prime 9 giornate del 2017 i siciliani sarebbero a ridosso della zona playoff. È vero, mancherà Citro, ma ci sono altre individualità interessanti. Il Bari punterà ovviamente alla vittoria, cercando di disputare una gara accorta e con pochi errori”.

4) Ci puoi dare un’anticipazione di chi ci sarà a Trapani e chi no?

“È ancora presto e tutto può succedere. Di sicuro rivedremo Sabelli, rientrato dalla squalifica. Se Morleo recupera ci sarà la difesa a quattro. Da valutare Moras e Salzano, che sono tra coloro che stanno lavorando a parte. Per il resto non si può ancora dire chi non ci sarà”.

5) Vedendo l’organico della squadra granata, chi temi di più e chi per ora ha deluso le tue aspettative?

“Più che deluso, ci sono giocatori che non sono più stati in grado di ripetersi dopo la scorsa stagione. Soprattutto penso a Petkovic, ora al Bologna. Mi è sembrato ben altro giocatore rispetto a quello ammirato nella scorsa stagione. A volte è difficile spiegare cali come quelli registrati dal Trapani: dalla possibile Serie A alla possibile retrocessione in Lega Pro in meno di 12 mesi. Forse per qualcuno sono venute a mancare le giuste motivazioni ed i giusti stimoli. Evidentemente dopo lo scorso anno c’era la sensazione di aver fatto il massimo e di non poter andare oltre”.