Brescia, Cagni: “Noi e il Trapani squadre simili. Dovremo vincere correndo come con Benevento, Ternana e Novara”

Una sfida importantissima, che vale una stagione ma che vale anche qualcosa per il futuro societario. E’ questa Brescia-Trapani per il Brescia che, in caso di salvezza, potrebbe cambiare proprietario visto che la trattativa con Cellino sembra essere a buon punto.

Ma prima il campo ! E quindi ecco come mister Luigi Cagni ha presentato la partita in conferenza stampa: “Ci voleva un pò di follia a prendere questa squadra quando l’ho presa. E’ stato tutto molto istintivo. Quando ho parlato con i dirigenti avevo già deciso di venire. Dovevo dimostrare qualcosa a me stesso dopo tre anni che non allenavo una prima squadra. Le cose se non le penso e non le sento non le dico. La salvezza sarebbe una delle mie imprese più importanti. Sono stati due mesi molto intensi e di grande soddisfazione, per questo ringrazio già da oggi i ragazzi. Gli errori fatti sono stati tecnici e di inesperienza, i ragazzi hanno sempre dato tutto. Domani sera ci saranno quindici mila persone. Dobbiamo fare le partite come quelle con Benevento, Ternana e Novara, partite vinte correndo. Oggi la mia gioia è allenare questi ragazzi e vedere la coda al botteghino: esserci è troppo bello. Al Trapani van fatti i complimenti per quello che ha fatto. Siamo squadre simili: anche loro han preso molti gol. E’ una lotta fra due squadre. I nostri giocatori devono togliere i difetti e mettere in campo i pregi. La tattica non vince. Domani mattina alle dieci faccio la formazione. Stanno tutti bene”.