Ascoli, il patron Bellini scarica Cacia. Lui risponde :”Nessuno metta in dubbio la mia moralità”

Come già noto da qualche settimana, il patron dell’Ascoli Francesco Bellini non è intenzionato a trattenere sotto le Cento Torri l’attaccante Daniele Cacia.

Anche durante la conferenza stampa di ieri, il numero 1 bianconero ha ribadito che “per lui non c’è più posto da noi” e dunque il divorzio è inevitabile nonostante l’attaccante calabrese ha ancora un anno di contratto. Oggi dalle pagine della Gazzetta dello Sport arriva la replica di Cacia: “Io accetto le critiche tecniche ma non accetto, che dopo 18 anni, qualcuno metta in dubbio la mia moralità. Se c’è altro me lo vengano a dire”.

Per il futuro immediato “ non c’è stato niente che mi ha fatto girare la testa, ma qualche proposta c’è. Io mi sono comunque legato a questa terra, dove ho vissuto il triste periodo del terremoto, ho visto cose che solo dal vivo puoi capire. Fosse per me resterei ancora qui a raggiungere il record con questa maglia”